09/07/16

time


Gli specchi si rompono, i fiori neri lasciano l’amaro in bocca;
le biciclette ruotano il loro sogno di libertà lungo i ciottoli del sagrato; 
una gatto rosso si siede ad aspettare il sole. 
Tutto questo contempla un respiro più grande; 
tutto questo contempla un qualcosa che non sa.
Alzare lo sguardo può essere tanto difficile, 
che la vita ci passa addosso senza che sappiamo se oggi è oggi, 
o era ieri o è già domani.

10/04/16

IL TUO CUORE


Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.,
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.

dicono che....



Dicono che il mare sia profondo.
Allora prova ad immergerti in una persona,
prova a lambirne le pareti e a toccarne i limiti,
prova a scrutarne i confini e a sfiorarne i margini.
E ti accorgi che
non c'è bisogno di volgere lo sguardo alle stelle per scorgere l'infinito.

06/12/15

IO DUE DONNE

Io sono due donne:
una desidera sperimentare tutte le gioie, tutte le passioni,
tutte le avventure che la vita può darci,
l'altra vuole essere schiava della routine, della vita familiare,
delle cose che si possono pianificare e raggiungere.
L'incontro di una donna con se stessa è un gioco che comporta dei rischi.
E’ una danza divina.
Quando ci incontriamo siamo due energie sovrannaturali,
due universi che si scontrano.
Se nell'incontro non c'è il rispetto dovuto,
allora un universo distrugge l'altro.---

dolore dell'anima



Incredibile come il dolore dell’anima non venga capito. Se ti becchi una pallottola o una scheggia si mettono subito a strillare...
Se hai il cuore pezzi e sei così disperato che non ti riesce aprir bocca, invece, non se ne accorgono neanche. 
Eppure il dolore dell’anima è una malattia molto più grave. 
Sono ferite che non guariscono, quelle, ferite che ad ogni pretesto ricominciano a sanguinare. 

"O.Fallaci"

05/12/15

inverno

sento il vento freddo dell'inverno,lo sento sfiorare la mia pelle,
come se volesse accarezzarmi,stringermi in un lungo abbraccio…
Vorrei poter essere, ora, su una spiaggia deserta…
a guardare le stelle…volare con l’anima…
volteggiare nel cuore…e dal cuore… Sensazioni…
Faccio un resoconto con me stessa…
e mi ascolto e ne sorrido…
chiudendo la pagina di una giornata appena trascorsa…
una giornata che vola via, tra il tempo inesorabile…
e domani…
ne scriviamo una nuova
(Cristina)

L'amore e il tempo.....


E l'amore guardò il tempo e rise,
perchè sapeva di non averne bisogno.
Finse di morire per un giorno,
e di rifiorire la sera,
senza leggi da rispettare.
Si addormentò in un angolo di cuore
per un tempo che non esisteva.
Fuggi senza allontanarsi,
ritornò senza essere partito,
il tempo moriva e lui restava
(Luigi Pirandello)

21/03/15

L'universo del nostro cuore.....



Certi legami sfidano le distanze il tempo  
e la logica,
perchè ci sono legami che sono semplicemente
destinati ad esistere...

28/12/14

31 Dicembre:


Sei una delle notti più belle dell'anno. 
Una di quelle notti che sa riempire il cuore della gente di speranza, gioia e malinconia. 
Occhi che brillano alle luci dei fuochi d'artificio della mezzanotte, labbra che si cercano allo scoccare del nuovo anno e voci che si stringono in un unico coro: "Felice anno nuovo"! Eppure non sei così diversa da tutte le altre notti... Hai sempre le tue stelle, la tua luna e il tuo splendido manto scuro. Però hai quel qualcosa di speciale che porti con te che riesce a farci emozionare e sperare in qualcosa di migliore. In una fine che lascia tirare un sospiro di sollievo e in un inizio che lascia il cuore ricco di fiducia e di quella sensazione che ti fa dire: "Magari questo 2015 sta dalla mia parte"!
-- Silvia Nelli ()

14/12/14

sensualità

Cosa significa essere sensuali?
Un bel corpo? 
Una voce suadente? 

Uno sguardo provocante? 
Le città sono piene di cartelloni con bellissime donne e aitanti giovanotti che ammiccano dall'alto e che sembrano voler imporre i loro corpi perfetti, spacciandoli per sensualità tout court. 
Insomma quel che può sembrare è che la sensualità sia un mero fattore fisico. 
Ma io non sono d'accordo. 
Ho conosciuto donne non belle, ma con una carica erotica che va al di là dell'immaginabile; 
uomini anche piuttosto bruttini che affascinano solo sentendoli parlare. 
Persone "normali" che emanano un alone di sex appeal irresistibile, ma che non hanno quelle caratteristiche che il senso comune vorrebbe dare per essenziali. 
Sensualità...e' davvero una bella parola. 
Mi piace. 
Vorrei solo che non fosse depauperata dagli stereotipi sociali, come per esempio (perdonate la banalità) magro uguale sensuale, uguale bello, uguale erotico, uguale vincente. La sensualità ha tante sfaccettature, tutte da conoscere, tutte da scoprire, se solo si fosse sempre in grado di andare oltre.

La sensualità in un individuo può essere considerata lo specchio della sua personalità, che riflette l'interesse e l’attrazione che gli altri sentono. L'essere umano è l'animale più sexy della terra, non rispetta le stagioni dell'amore e può dimostrarsi sensuale e seducente in qualsiasi momento della vita: mentre lavora, cucina, al cinema, a teatro, in palestra, etc. 
Lo "stile" nel comunicare la propria sensualità è assolutamente soggettivo. Non esiste una forma ideale per essere sexy. 
Il grado di emozione evocato in una persona da parte di un comportamento sensuale, dipende unicamente dalla complementarietà. 
Non essendoci un modo stereotipato per essere sensuali conforme a tutte le persone, il "segreto" è essere se stessi, sicuri di sé, autentici. 
E' la nostra autostima, la sensazione di adeguatezza nelle molteplici situazioni della vita che ci rende sensuali agli occhi di chi è sensibile proprio alle nostre caratteristiche.

30/11/14

riflessioni di vita



Le ho piante io queste lacrime e io solo so quanto mi è costato fino ad oggi trattenerle. 
Perchè il nodo alla gola cresce ogni giorno che si prova a reprimere un’emozione. E la rabbia aumenta ad ogni incomprensione. Solo io so quanto mi è costato chiudere i sogni in una gabbia e fingere che questa fosse la vita che voglio. Ligia al dovere e al benpensare. Solo io so il il peso della resa, la pressione del dovere, la precisione del gestire la routine di una famiglia, ancor prima di aver realizzato di essere una figlia. Io, l’adultera virtuale, l’inadatta, indesiderabile, indecente compagna di un uomo che non mi comprende. Mia è questa schiena spaccata a mezzanotte, dopo una giornata di casa, lavoro, bambini, e lotta perenne contro il caos della vita, della gente, della casa, dei vestiti, delle carte, dei pensieri. Mio questo corpo addormentato quando manca la forza di far due passi per andare a letto. Io, sono io che aspetto invano un complimento, un gesto di tenerezza, una parola di conforto da colui che dovrebbe essere la persona più vicina al mondo, l’amore persempre. Le ho piante tutte queste lacrime stanotte, perchè domani non dovrà che sembrare allergia di primavera questo aspetto. Passerà anche questa notte, come queste lacrime, come questo dolore al petto, come questa difficoltà a respirare, tutto passa, anche la vita

31/08/14

........


“L’ELEGANZA NON E’ COSA INDOSSI,
NE’ COME LO INDOSSI,
MA HA A CHE FARE CON CHI REALMENTE SEI”

E vero ciò che si dice.....




''E' vero ciò che si dice, che alcune persone non meritano niente. Però, se sei fortunato, puoi incontrarne qualcuna che vale. Che merita il tuo tempo, le tue attenzioni, le tue sorprese, certe volte anche le tue lacrime. Forse serve un po'di pazienza per stabilirlo o riconoscere chi ha un posto nella tua vita o chi è solo di passaggio. E accade in un istante così breve che quasi non lo percepisci. Ma se nel tuo cuore, o nel tuo istinto, qualcosa ti dice di non mollare, allora fallo, perché non verrai smentito e, forse, sarai felice. 


∾Alessandra Pagliuca
    

16/08/14

Vedi mamma...

" Oggi vanno di moda cose diverse, vanno di moda i capelli lunghi e le gonne corte, 
le punte chiare e la bocca rossa, la pancia piatta e le tette sporgenti,
 il fisico minuto e le labbra carnose. 
Oggi mamma si usano cose diverse, non si comprano più le espadrillas a 5 milalire, 
oggi si indossano Dr Martens e Napapijri, che per compararli devi fare un leasing. 
Oggi nei bar non si prendono più bricchi e frullati, oggi si bevono birra e vodka,
 giusto per aiutare l’equilibrio sui tacchi vertiginosi. 
Oggi poi non esiste più nemmeno il coprifuoco, si sta fuori direttamente fino al mattino dopo e si fa finta di fermarsi a vedere l’alba, 
che in realtà non importa a nessuno. 
Quindi no mamma, non mi sento di appartenere a questa generazione semplicemente perché io non sono tutto questo,
 i Dr Martens mi stanno scomodi e l’alba mi metterei a fotografarla ogni giorno, 
specialmente al mare. 
Io sono per gli amori di una volta, i ragazzi che ti corteggiano e ti aprono pure la portiera,
 sono per i baci dati spontaneamente in un luogo solo nostro e non ad un ragazzo ubriaco,
 che non rivedrò mai più, in mezzo ad una pista da ballo, solo per il gusto di potermene vantare la mattina dopo, 
io la mia storia la tengo per me.
 Non voglio una relazione di oggi, dove per sapere se si sta insieme oppure no, basta guardare lo stato di un social network, perché tanto i baci non contano più nulla.
 Io voglio una relazione di ieri, fatta di lettere e ti amo sussurrati, 
fatta di attimi che restano.”

02/08/14

In amore

Non so se in amore vince chi fugge, 

ma di sicuro chi perde rimane dov’è: 

immobile.

01/08/14

Qualche volta......

a
Qualche volta,

quando dico che 'sto bene',
vorrei che qualcuno mi guardasse negli occhi,
mi abbracciasse e mi dicesse
 'lo so che non è vero'...

09/03/14

L'indifferenza......

La scienza può aver trovato la cura per molte cose,
ma non ha trovato rimendio per la peggiore di tutte, l'indifferenza 
di cui l'essere umano è capace...
l'indifferenza non ha occhi nè orecchie, non si accorge del prossimo, è sorda a qualsiasi invocazione, è una forma di 'morte'.
Credo sia il peggior male dell'umanità.

12/02/14

IO e te....


Ci addormentiamo intrecciati che se uno si sveglia deve svegliare pure l’altro per sciogliersi.

 I nostri corpi alleati fanno i nodi.

27/01/14

FORSE UN GIORNO CI RIPROVEREMO

1474532_703603289663640_1782929380_n
 Forse un giorno ci riproveremo,
magari quando saremo vecchi e pieni di rughe,
quando l’amore non si chiamerà desiderio,
quando l’amore sarà fatto di doni, di sorrisi e
passeggiate, quando ci sarà solo la voglia di
svegliarsi insieme,
quando tutto non avrà gelosia,
quando ti leggerò un libro e tu
mi dirai ti amo,
quando ti preparerò il caffè e tu mi dirai
ti amo,
quando ognuno con il proprio corpo farà solo da
bastone alla propria vecchiaia,
un giorno ci rivedremo e ci riproveremo,
ridendo della tristezza
che il destino ci ha fatto conoscere,
lo so ci ameremo un giorno …
Un amore lasciato in sospeso ha bisogno di sapere
come va a “finire” e il nostro amore non può
finire  così … e noi sappiamo che non può finire,
lo sentivamo nelle emozioni che ci davano
i nostri sguardi, lo sentivamo nella tristezza
che ci assaliva quando il giorno finiva,
lo sentivamo nei sogni irrealizzabili …
Un giorno ci ameremo e non importa se i nostri
corpi non avranno più la pelle liscia e levigata,
non ci saranno giorni da recuperare,
i nostri giorni saranno il continuo
dei nostri sogni,
un giorno lontano ci incontreremo e non
sentiremo le assenze che ci siamo lasciati,
ci ameremo
e il tempo comincerà a scorrere lento,
lì dove lo avevamo fermato.
Non ci sarà più la parola mi manchi,
non ci sarà rancore che si affaccerà al nostro
cuore, e se sarà stato peccato averti amato
chiederò a Dio che sia io ad andare all’inferno …
Ci ameremo … le nostre mani si intrecceranno
nelle  lunghe passeggiate,
guarderemo gli adolescenti innamorati
e non avremo invidia … ci ameremo
ricorderemo i nostri incontri clandestini,
il nostro concerto insieme,
ricorderemo i giorni che ci hanno fatto innamorare,
ricorderemo i sogni che saranno la realtà
dei nostri giorni,
e se anche saremo due foglie ingiallite dal tempo
ci sarà il nostro amore a
ricordarci che la vita va vissuta fino in fondo …
Un giorno ci ameremo, perchè lo vuoi
quanto lo voglio io, e tu ti farai trovare …
ogni giorno sarà speciale, sarà come leggere
una pagina di un libro d’amore.
Il nostro amore.

25/01/14

a corda tesa.....


Aimer, ce n'est pas des emprunter aeree toutes et tracées BALISEES.  C'est en avancer funambule au-dessus de precipizi et qu'il ya savoir quelqu'un Au bout qui dit d'une voix douce et calme: Avance, continua d'avancer, n'aie pas peur, tu vas y arriver.  Philippe Besson

Aimer, ce n’est pas emprunter des routes toutes tracées et balisées. 
C’est avancer en funambule au-dessus de précipices et savoir qu’il y 
a quelqu’un au bout qui dit d’une voix douce et calme : avance, 
continue d’avancer, n’aie pas peur, tu vas y arriver.
Philippe Besson


Per l'amore non è tutto in prestito percorsi tracciati e segnalati . 

Questo è in corda tesa anticipo su precipizi 
e sapere che c'è qualcuno giù che ha detto a bassa voce , 
calma : continua ad avanzare , non temere , 
si può fare .

20/01/14

La malinconia


La malinconia è come una melodia
che riempie gli spazi del silenzio.

Come una veste che copre i ricordi,
quando divengono nudi.

E’ la voce del silenzio
che rimbomba in un teatro vuoto.

È  il contrappunto delle memorie dolenti.
La malinconia è l’assonanza della compagnia,
ma sei sola
com’una rosa d’amore
in un prato d’odio…

15/01/14

Mi manchi ..

Basterebbe dirselo un “mi manchi”, invece che

continuare a mancarsi in silenzio per una vita.

Massimo Bisotti
  ”Mi manchi”.
Penso sia questa la frase più bella
che ci si possa sentir dire.
Perchè il “ti amo”implica un’univocità.
Io amo te. Punto. Te lo dico. Ora lo sai.
Ti puoi intenerire, ma anche preoccupare,
o infastidire, o rattristare perchè tu non lo provi.
Ma il “Mi manchi” significa che
 hai lasciato un vuoto nella persona che te lo dice.
E tu, solo tu, puoi riempire quel vuoto.
Come un pezzo di puzzle. L’incastro perfetto
che nessun altro può essere. “Mi manchi” è come
“Per esser me interamente, ho bisogno che ci sia anche tu”.

Oriana Mantovani